Una cella laser che punta all’essenziale

TRUMPF aggiunge una nuova macchina al suo portafoglio di sistemi laser 3D: la TruLaser Cell 5030, una moderna cella laser per prototipi e produzione di medio volume: un sistema
a prezzi ragionevoli che usa la tecnologia moderna per offrire risultati di taglio elevati, e una soluzione competitiva per colmare il divario tra l’elaborazione laser 2D e 3D.

di Agnese Bispuri

TRUMPF ha recentemente presentato una nuova cella laser nell’ambito della sua tradizionale open house annuale INTECH. TruLaser Cell 5030 è un sistema specializzato in prototipi e produzione di componenti in volumi medio-bassi. Posizionato esattamente tra le macchine altamente produttive e di fascia alta della serie TruLaser Cell 7000 e quelle destinate a processare componenti di piccole e medie dimensioni della serie TruLaser Cell 3000, il nuovo TruLaser Cell 5030 è studiato per essere il giusto compromesso capace di sfruttare al meglio un laser a disco TRUMPF di serie, rendendolo un prodotto robusto, una scelta a bassa manutenzione e risparmio energetico. Oltre rappresentare una soluzione competitiva capace di colmare il gap tra lavorazione laser 2D e 3D, TruLaser Cell 5030 è anche un degno successore di molti vecchi modelli di macchine ibride ancora dotate di laser a CO2 che, a medio termine, sono destinati a far posto a una nuova generazione di macchine.

Il laser “vola”
Gli ingegneri di TRUMPF che hanno sviluppato la nuova TruLaser Cell 5030 si sono concentrati sull’essenziale. Il loro obiettivo era creare un sistema a prezzi ragionevoli che usasse la più moderna tecnologia per offrire risultati di taglio elevati. Il product manager di TRUMPF Ralf Kohllöffel, responsabile della nuova cella laser, ha dichiarato: “Volevamo offrire ai clienti una macchina che fosse alla pari con le altre di questa serie in termini di qualità delle parti tagliate, ma che rappresentasse una vera alternativa agli altri sistemi disponibili sul mercato”.
Proprio come gli altri modelli di questa gamma, TRUMPF ha deciso di dotare TruLaser Cell 5030 di ciò che definisce flying optics, un sistema in cui la testa di lavorazione laser si sposta, “vola”, sul materiale fisso lavorando i punti programmati lungo il percorso. Le flying optics mantengono il processo costantemente preciso, indipendentemente dal peso e dalla posizione del pezzo. “Rispetto a molte delle macchine attualmente disponibili in questo segmento, TruLaser Cell 5030 consente ai clienti di ottenere aumenti di produttività fino al 100%”, afferma Kohllöffel. “E, allo stesso tempo, possono ridurre l’ingombro a terra del sistema di circa il 30%”.

Facile e tutto sotto controllo
TRUMPF ha scelto di dotare TruLaser Cell 5030 dello stesso sistema di controllo delle altre macchine di questa serie. Il software TruTops Cell Basic offre molteplici funzionalità, tra cui la possibilità di modificare i parametri di progettazione a bordo macchina attraverso l’interfaccia della macchina stessa. Ciò riduce il tempo necessario per impostare il processo di produzione, il che è particolarmente vantaggioso per i piccoli lotti. Il sistema comprende anche numerosi tabelle di parametri di taglio preimpostati, che riducono i tempi di set-up della macchina per diversi materiali e spessori. Un’altra funzionalità importante è X-Blast, una tecnologia che quasi raddoppia la distanza di lavoro tra l’ugello e il pezzo, rendendo il processo di taglio notevolmente più affidabile e robusto.
Oltre a migliorare la durata dell’ugello, X-Blast aiuta anche a garantire bordi di taglio di alta qualità anche con contorni 3D impegnativi. Un’altra funzione di facile utilizzo è la funzione FocusLine, che adatta automaticamente la posizione focale del raggio laser al tipo e allo spessore del materiale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.