Ecco come misurare i fasci laser

MKS Instruments, Inc. ha annunciato il lancio di Ophir® Wide Beam Imager (WB-I), un sistema ottico calibrato compatto per la misurazione della dimensione e della distribuzione della potenza di fasci laser ampi e divergenti di VCSEL, laser in fibra, LED e laser a emissione laterale (Edge Emitting).

Il dispositivo Wide Beam Imager consente l’imaging di qualsiasi forma di fascio (tonda, lineare o quadrata) che risulta troppo ampia per il sensore di una fotocamera. Questo sistema ha un’apertura di diametro 48 mm e un angolo di incidenza operativo di 70 gradi. I fasci vengono catturati su uno schermo diffusivo traslucente e poi sottoposti a re-imaging per produrre una mappatura completa e accurata della distribuzione dell’intensità luminosa. Il dispositivo WB-I è destinato all’uso con sistemi di Beam Profiler basati su fotocamera per lo sviluppo e la verifica di applicazioni quali soluzioni LiDAR basate su tecnologia VCSEL, soluzioni di comunicazione dati ad alta velocità, sistemi di sensing 3D, sistemi di autofocus e sistemi di visione.

“Vi sono situazioni in cui lo spot Laser/Led è troppo ampio o troppo divergente per analizzarlo con un beam profiler convenzionale”, ha dichiarato Reuven Silverman, General Manager di Ophir Photonics. “Si tratta di una condizione particolarmente critica in presenza di fasci divergenti che non possono essere misurati in modo accurato con un normale rivelatore, poiché l’efficienza quantica del rivelatore dipende in larga misura dall’angolo di incidenza, ovvero fino al 10% per un angolo di incidenza di 15 gradi. Il Wide Beam Imager è un dispositivo calibrato che può gestire angoli incidenti della luce di oltre 30 gradi. Cattura il fascio luminoso ed esegue sulla fotocamera l’imaging della relativa distribuzione della potenza con una accuratezza superiore al 5%”.

Il Wide Beam Imager è un dispositivo compatto, di rapida installazione, facile da utilizzare e antipolvere.

Il dispositivo Wide Beam Imager è supportato dal software Ophir BeamGage Professional, il sistema di analisi della luce più avanzato del settore. BeamGage si basa su Ultracal, l’algoritmo di correzione baseline brevettato da Ophir che è servito a introdurre lo standard ISO 11146-3 per la precisione di misurazione del fascio. Il software BeamGage comprende tutti i calcoli necessari a eseguire misurazioni del fascio laser precise e con omologazione ISO, incluse potenza totale, fluenza di picco, ellitticità, precisione del fitting e interpolazione, ecc. Il software offre funzionalità di elaborazione immagine avanzate, misurazioni di potenza con tracciabilità NIST, grafici delle misure in tempo reale, registrazione dei dati, controlli in produzione “pass/fail”, e supporto multilingue per inglese, giapponese e cinese. Le funzionalità avanzate comprendono il partizionamento dell’output della fotocamera (binning) per un’analisi separata di fasci laser multipli da sorgenti quali la fibra, un’interfaccia .NET per il controllo da remoto o se si integra l’analisi fascio in un’applicazione automatizzata, e la condivisione della fotocamera.